Tuesday, June 2, 2020

It's never too fast (Covid19 Tale #9)

Day off here. And amazing weather. I couldn't go for a full day ride... but I  loved my pretty fueled up 160km of today! Speed. Corners. Race mode ON!

Few pics:
Giorno festivo. E tempo bellissimo. Non potevo uscire per un giro lungo... ma mi sono piaciuti i miei 160km elettrizzanti... a gas esageratamente aperto! Pura adrenalina!

Alcune foto:

Sunday, May 31, 2020

Back to Dolomites (Covid19 Tale #8)

Covid Tales... this thing sounds like a very global mockery. As I always thought (and acted accordingly) this crap is doing what these craps usually do when the warm season (aka riding season!) shows up abloom in all its sesual and attractive attitude: GOING AWAY! THE CRAP IS GOING AWAY
Nevertheless I am not really paying attention to whatever is being said... which seems to be the opposite of what has just been said, like the world has gone crazy and nobody can understand anything. The only thing I has in mind was: a proper ride!

Weather forecast wasn't great, so I almost waited a little before leaving, taking a look to some webcams of the area I wanted to ride to... and then all of a sudden I was in my leather and cornering like no tomorrow!

I needed it. I needed to go farther, I needed to go higher. And I had to test my brand new 520 chain and sprokets!
My mech did some other things here and there... 'nothing more than that' he claims. But the mighty 937 is now running smooth, balanced, effective... and adding the performance of the new M9RR, WOW, it makes me riding... WAY FASTER!

Dolomites. Giau, Falzarego and Valparola passes. Ain't really warm, not even too cold... and the roads were dry! 260km well ridden!

Enjoy few pictures:
Le mie storie in tempo di Covid... questa cosa inizia a sembrare davvero una presa in giro globale. Come ho sempre pensato (comportandomi di conseguenza) questa schifezza sta facendo la stessa cosa delle altre schifezze simili quando la stagione calda (quella delle moto!) si manifesta in fiore e con il suo atteggiamento attraente e sensuale: SE NE VA! La schifezza sta svanendo!

Tuttavia non sto dando molta retta a tutto quello che viene detto... il quale sembra l'opposto di quello che è appena stato detto, sembra che il mondo sia uscito di senno mentre nessuno ci sta più capendo nulla. L'unica cosa che avevo in mente era: UN VERO GIRO IN MOTO!

Le previsioni del tempo non erano un gran ché, quindi me la sono presa un po' comoda con la partenza, guardando alcune webcam della zona verso la quale desideravo andare... e poi tutto ad un tratto mi sono ritrovato con addosso la tuta, piegando come se non ci fosse un domani!

Ne avevo bisogno. Avevo bisogno di andare più lontano, avevo bisogno di andare più in alto. E dovevo collaudare il mio nuovo kit catena/corona/pignone da 520!
Il mio meccanico ha fatto altre cosette qui e lì... 'niente più di questo', è quel che mi ha detto. Ma la mitica 937 ora va rotonda, equilibrata, efficace... e con questo sommato alla performance delle nuove M9RR, WOW, mi ritrovo ad andare molto più VELOCE!

Dolomiti. Passi Giau, Falzarego e Valparola. Non proprio caldo, ma nemmno troppo freddo... e le strade erano asciutte! 260km ben percorsi!

Ecco alcune foto:

Sunday, May 24, 2020

Up(down)grade to 520! (Covid19 Tale #7)

Time to for a new chain kit again after quite an amount of km ridden pretty hard (mountain roads, many wheelies!).
Sticking to the Ergal 45 Tooth Rear Sprocket (+2 from original, an update I did ages ago)... but upgrading from 530 to 520!

Work to be done during this week!
È tempo per un nuovo kit catena dopo molti chilometri sempre a palla su strade di montagna e numerosissime impennate!
Rimango con la corona in Ergal da 45 denti (+2 rispetto all'originale, modifica fatta anni fa)... ma questa volta si passa da 530 a 520!

Installazione nel corso della settimana!

Sunday, May 17, 2020

SPEEDING! (Covid19 Tale #6)

I was dying for a PROPER ride. Needed it. Wanted it. And I had the new M9RR to test the way I mean.

Another of those planetary alignments happened today: free time, sunny, warm... WOW!
The lockdown is loosening, you can ride to go somewhere... like hiking to a mountain. I thought to pack my hiking gear just to play the good dude, but in the end I went like, I don't give a fuck!

The original plan was to reach northern Dolomites, but the rain of last night probably left unpleasant roads to ride on, so I switched to something more local... and got my great surprises!

I left with no intention to take it easy or tour around: I wanted to have fun, I wanted some speed... and I needed much of it!

First climb: Monte Grappa.
Wow, on the top, despite the hut still closed, there was such a massive gathering: dozen of hikers, dozen of riders... for fuck sake, I attended underground metal gigs with LESS people than the crowd up there this morning! I was supposed to leave quickly but two mates arrived on their two Ducati, so we spend a pleasant half a hour chatting and laughing. But then, hey, duty calls, and off I rode to continue what I had in mind.

Having climbed the mount from south side, I decided to go down through the north one... not really for the road, but to get to another area, where I could catch the pass I wanted to do. It was quite a long time I didn't ride that tarmac... and hey... what a blast! Ok, the second part is narrow and not really fast, but the upper part is a pure blast with a superb landscape!

Climbed down on the north side, I leaded East to catch the San Boldo Pass: another road I usually check out on the southern side only.... but hey... the climb from the north, again, it was pure madness! Fast with amazing corners! I shall remember I don't need to get that far from my headquarter to find rockin' and rollin' corners!

In the end I pointed back west, attacking what I had in mind: the Valdobbiadene vineyards back road, with those amazing corners, freely offered to myself only... as there was almost no traffic around!

A final sector giving enough space to speed up well over 200kph and I returned back to the garage.

Purest thrill of the speed. A ride that definitely put me back to where I want to be: physically, psychologically, restoring the corrects level of adrenaline my body and my mind are asking for!

Some side notes:

-Having a 'take away beer' on the top of the pass... just sitting outside enjoying it (as it would have happened before!): ORGASMIC!

-The M9RR are AMAZING. They damn fit my riding style. They give me a lot (or way too much) confidence... they ask me to dare more and they let me do that. Probably the very first street tires giving me a feeling way similar to slick tires mounted on the race bike in a racetrack!

-I crossed an big amount of fellow riders. World is getting back to normality... but what amazed me was the WAVING. I've always waved or waved back, it's one of the basic rules of motorcycling, isn't it? But every rider I crossed ways today wasn't simply waving at me.... I wasn't simply waving at him/her... there was a special feeling on those two fingers out... it exuded some kind of 'we are back, mate!'. No doubt: if we weren't riding different ways, if we were standing still, face to face, with every rider I crossed ways today.... trust me, we would have embraced each others, like brothers or best friends meeting back again after some disaster. We would have been like, glad you're alive and glad you're back doing what you love and MUST do!
Morivo dalla voglia di farmi un vero giro in moto. Ne avevo bisogno. Lo volevo. E dovevo provare le nuove M9RR nel modo opportuno.

Ed ecco un altro di quegli allineamenti planetari! Oggi: tempo libero, sole, caldo... WOW!
Il lockdown si sta allentando, puoi andare in moto per recarti inc erti posti... tipo andare a fare hiking in montagna. Ho anche pensato di caricare sulla moto scarponi e abbigliamento da hikinh, tanto per far finta di essere uno di quelli rispettuosi, ma alla fine mi sono detto 'fanculo'!

Il piano originale era raggiungere le Dolomiti, ma la pioggia della notte scorsa aveva probabilmente reso le strade poco piacevoli, quindi ho scelto un percorso più locale... con grandi sorprese!

Sono partito con nessuna intenzione di andare piano o fare il mototurista: volevo divertirmi, volevo velocità... tanta velocità!

Prima salita: Monte Grappa.
WOW, in cima, nonostante il rifugio ancora chiuso, c'era un massiccio assembramento: dozzine di escursionisti, dozzine di motocilistici... cazzo, sono stato a concerti metal underground con MENO gente! Volevo andarmene subito, ma due amici con le loro Ducati sono apparsi dal nulla, quindi ci siamo lasciati andare a mezzora di chiacchiere e risate. Ma poi, hey, il dovere chiama, quindi sono risalito in sella per fare quello che avevo in mente.

Avendo risalito la montagna da sud, ho optato per una ridiscesa sul versante nord... non tanto per la strada, ma per arrivare in una zona dalla quale poi potevo prendere il passo che volevo fare. Era tanto che non facevo quel versante... e... che meraviglia! OK, la seconda parte e stretta e poco veloce, ma la parte in alto è una meraviglia di pieghe scorrevoli con, tra le altre cose, un panorama mozzafiato!

Una volta a valle, zona Feltre, ho putnato verso est per fare il Passo San Boldo: un'altra strada che di solito percorro sul versante sud... ma quella salita da nord non la cirodavo così divertente, pazzesca! Veloce e con curve favolose! Dovrei iniziare a ricordarmi che non ho bisogno di allontanarmi tanto dal quartier generale per trovare curve toste!

Poi di nuovoi verso ovest, per fare quello che avevo in mente: la strada in collina dei vigneti di Valdobbiadene, con quelle curve favolose, completamente a mia disposizione in quanto il traffico era pressoché inesistente!

Un settore finale con spazio a sufficenza per spingeresi un paio di volte oltre i 200km/h... e poi di ritorno al garage.

Puro brivido della velocità. Un giro che mi ha rimesso definitivamente dove voglio essere: fisicamente, psicologicamente, ripristinando il giusto livello di adrenalina che corpo e mente richiedono!

Alcune note importanti:

-Bersi una 'birra da asporto' sul passo... stando fuori (come sarebbe successo comunque): ORGASMO!

-Le M9RR sono FAVOLOSE. Si adattano perfettamente al mio stile di guida. Mi danno tanta (forse troppa) confidenza... mi chiedono di osare di più e me lo lasciano fare. Forse le prime gomme da strada che mi danno sensazioni simili alle slick montate sulla moto da pista!

-Ho incrociato tantissimi motocilisti. Il mondo sembra tornare alla normalità... ma quello che mi ha emozionato è stato il saluto. Ho sempre salutato e risposto al saluto di un motociclista, è una delle regole basi del motociclismo, giusto? Ma ogni motociclista che ho incrociato oggi non mi stava semplicemente salutando.... io non lo stavo semplicemente salutando.... c'era una sensazione speciale in quelle due dita fuori... trasudavano qualcosa come 'hey amico, siamo tornati!'. Lo giuro: se non fossimo stati in sella alla rispettive moto, in direzioni opposte, se fossimo stati fermi, faccia a faccia... sarebbero piovuti abbracci, come fratelli o migliori amici che si vedono per la prima volta dopo un disastro. Qualcosa come 'sono felice di vederti vivo, sono felice di vederti fare quel che ti piace e DEVI fare!'

Sunday, May 3, 2020

FREEDOM REGAINED! (Covid19 Tale #5)

The world went crazy. Nobody is understanding anything so far. In some countries there's almost no lock down, and people can go to a pub. In some others people are jailed at home.
The recurring pathetic hashtag seems be #staysafe: but safe from what?
The only thing I can say is that riding is the safest thing to do: helmet protects you way more than any face mask, racing gloves are way better than any of those BDSM surgical gloves... and motorcycling is pretty compatible with my concept of Social Distancing...
Il mondo è impazzito. Nessuno ci capisce più nulla. In alcuni paesi quasi non c'è il lock down e si può anche andare al pub. In altri paesi la gente è in prigione a casa.
Il patetico hashtag ricorrente sembra essere #staiacasa: stare a casa?
L'unica cosa che posso dire è che andare in moto è la cosa più sicura da fare: il casco ti protegge molto più di una mascherina, i guanti da pista sono molto meglio di qualsiasi di quei guanti sado/maso da chirurgo... e l'andare in moto è molto in linea con il distanziamento sociale...

Tuesday, April 7, 2020

WIND! (Covid19 Tale #4)

I always loved the wind. That's probably one of the thing that led me to put my arse on a saddle back then.
It's always nice to ride around, against the wind. But the best wind ever is the one you feel when you gently open that throttle again after a long time, maybe after a winter stop. Then, when doing that, you also test the new tires, well, everything starts to tastes way too good, way better than what you remembered.
I Rode today. And I like the natural feeling of these M9RR! They simply behave naturally giving a great stability feeling. I was used to tires feeling kind of "aggressive" or "sharp" at the first rides, but later turning normal if not even way too normal. But these M9RR feel like I've been using them for long, they add a very beautiful safe sensation. The progressive way they go down in the corners is amazing... first time ever I test a new set and get that 'we've been knowing each others for long'!.
Now if everything starts up again, a TRUE test on TRUE roads is what I am looking for. Meanwhile? The sun shines and it's damn warm already!

PD: Had my mandatory mask on the tank map reader :-) I had 2, but one flew away popping a wheelie. Damn, I should have closed the tank map reader zip :)
Ho sempre amato il vento. Forse è stata una delle ragioni per le quali ho poggiato il culo su una sella la prima volta tanto tempo fa.
È sempre bello andare in moto, contro quel vento. Ma il migliore vento, la migliore sensazione provabile con il vento è quella che si prova quando apri gentilmente il gas dopo una lunga pausa, magari dopo il fermo invernale. Poi, se nel farlo, sei anche fuori per provare le nuove gomme, beh, allora tutto inizia ad avere un ottimo sapore, migliore di quello che ti ricordavi!
Sono uscito oggi. E adoro quel feeling naturale della M9RR! Si comportano semplicemente in maniera naturale dando un forte senso di stabilità. Ero abituato a gomme che risultavano troppo aggressive o taglienti alle prime uscite, per poi diventare normali... forse anche troppo normali. Ma le M9RR sono diverse, sembra quasi le abbia sempre usate, aggiungendo una forte sensazione di sicurezza. La progressione con la quale scendono in piega è favolosa... prima volta che provo delle gomme nuove che mi dicono subito 'hey, noi ci conosciamo da tanto!'
Ora se tutto riparte nuovamente, un VERO test su delle VERE strade è tutto ciò che desidero. Nel frattempo? Il sole splende e fa già molto caldo!

PS: Avevo le mascherine obbligatorie sul leggi mappa da serbatoio :-) Ne avevo 2, ma una l'ho persa cacciando una 'penna. Avrei dovuto chiudere la cerniera del leggi mappe, dannazione!

Monday, March 30, 2020

Climax (Covid19 Tale #3)

Installation done! Wheels back to bike SOON!

Gomme montate! Ruote finalmente sulla moto a breve!

End of the cold turkey (Covid19 Tale #2)

As stated on my previous long-winded rambling overemotional speech (here), I went cold turkey after finding a new pusher with some great dope.

Today's news is: COLD TURKEY is over!
The much wanted sexy condoms arrived... they look super, and smell great!
And if you are a pistonhead as much as myself, you must LOVE the smell of petrol, of warm engine after a blast, the scent of a paddock and the perfume of a new set of tires!
Come affermato nel mio precedente discorso prolisso, sconclusionato ed iperemotivo (qui), ero in crisi di astinenza dopo aver trovato un nuovo spacciatore capace di far saltar fuori roba di ottima qualità.

La notizia di oggi è: CRISI DI ASTINENZA finita!
I tanto attesi e sexy nuovi gadget sessuali sono arrivati... bellissime... e profumano divinamente!
E se masticate olio e pistoni come me, sicuramente AMATE l'odore della benzina, di un motore caldo dopo una tirata, l'aroma di un paddock e il profumo di un nuovo treno di gomme!