Friday, September 16, 2016

A Day Well Wasted.

I told you we often plan the next meeting while we are still riding one. Well, the truth is we planned this the day before it happened, but surely we talked about it during the previous one!

The idea was to complete an unfinished business. We had to close a circle. Literally.
Back then we did one of our extreme ride, lapping the 4 passes of Sella Round, from sunrise to sun set (read here!). We're talking of about 50km per lap, 4 passes per lap... and we did 12,5 laps the whole day, that's 50 passes in one single day. But that half-a-lap was still missing. We needed to do two Sella Round passes together and finish the unfinished business, closing the... circle!

So the idea came easy: let's set a dynamic meet. Not a given point, but a given rage. I came from south attacking the Sella Round clockwise, he came from North attacking Sella Round counterclockwise. I joined the circle from south-west side, he from north-east side. We hadn't fixed time, so if one of us would have arrived "2 passes earlier", he'd have had to complete the lap before meeting the other. A devil's plan! Simply a sick idea we deadly loved!

In the end we meet on Gardena Pass, east side. We greeted ourselves (not even removing helmet or turning off the engines) and continued counterclockwise, adding a lunch on top, the two Sella passes together (12,5 became 13!!!!) and then a couple passes more just for the sake of it, before the usual ritual split (concepts well explained here).

But... since we are two guys that well wasted the youth, now pretty busy in well wasting the mid-age, we spent the whole well wasted day in a complete "bullshit atmosphere", also thanks to our friend "Uomo Salsiccia" aka "Hombre Salchicha" aka "Sausage Man" aka "Wurstmann" ("Herr Wurst" for intimate). Pics at the bottom of this post will tell you more... either about HIM or about our poor mid age mental conditions (you decide...).
Vi avevo raccontato che spesso pianifichiamo il prossimo giro durante il precedente. Beh, questo l'abbiamo pensato il giorno prima di farlo, ma comunque ne avevamo parlato durante il precedente.

L'idea di base era finire cose lasciate in sospeso. Dovevamo chiudere un cerchio. Letteralmente.
Tempo addietro facemmo uno dei nostri giri estremi, girando i 4 passi del Sella, dall'alba al tramonto (leggi qui!). Stiamo parlando di circa 50km al giro, 4 passi al giro... e quella volta facemmo 12,5 giri in tutto il giorno, il che vuol dire 50 passi di fila in un singolo giorno. Ma quel mezzo giro mancava. Dovevamo fare due passi del Sella assieme e finire le cose lasciate indietro, chiudendo il... cerchio!

Quindi l'idea si è materializzata in modo semplice: un incontro dinamico. Non un punto fisso, ma un range variabile. Io arrivavo da sud facendo il giro in senso orario, lui da nord facendo il giro antiorario. Mi sono immesso nel Sella Ronda da sud ovest, lui da nord est. Non avevamo un orario preciso, quindi se uno arrivava "2 passi in anticipo" si doveva fare il giro completo prima di incontrare l'altro. Piano diabolico! Un'idea deviata che ci piaceva dannatamente!

Alla fine ci siamo beccati sul Gardena, lato est. Ci siamo salutati (senza togliere il casco o spegnere le moto) ed abbiamo continuato in senso antiorario, con un pranzo in cima, i due passi sul Sella assieme (i 12,5 sono diventati 13!!!!) e poi un altro paio di passi tanto per rilassarci, prima del solito punto di separazione (concetti spiegati qui).

Ma... siccome siamo due individui che hanno (ben) sprecato la gioventù, ed ora siamo abbastanza impegnati nel (ben) sprecare la mezza età, abbiamo passato l'intero giorno in un atmosfera demenziale, anche grazie al nostro amico "Uomo Salsiccia" ovvero "Hombre Salchicha" ovvero "Sausage Man" ovvero "Wurstmann" ("Herr Wurst" per gli intimi amici). Le foto a fine articolo vi diranno di più... sia su di LUI che sulla nostra decadente situazione mentale (decidete voi...).

The nerver-missing list of Passes, in the sequence (11 Passes, about 400km)
L'immancabile lista di Passi nell'ordine (Totale 11, circa 400m)
  • Crode d'Aune (con i cordoli da pista)
  • Rolle
  • Valles
  • San Pellegrino
  • Sella (sud-nord)
  • Gardena (est-ovest)
  • Gardena (al contrario)
  • Sella (nord-sud)
  • Fedaia
  • Falzarego (punto di separazione)
  • Giau

The event I mentioned before was named CULO SULLA SELLA.
I need you to understand well this concept.
CULO=Arse. A person's buttocks or anus. The part of your body you put on the SADDLE and that you destroy riding millions of km through endless corners.
Fine.
SELLA=well, it's the name of the 4 passes we lapped 12,5 (now 13!) times in a row... but in Italian it also means, yes, SADDLE.
So we did all those laps with our asses on the SELLA (aka Saddle) around the SELLA (the Passes loop road).
What we missed was our asses on the SELLA (the ROAD!!!!!). Well, we fucking fixed this fault of ours:
L'evento sopra citato si chiamava CULO SULLA SELLA.
Ovviamente SELLA nel doppio significato di parte della moto sulla quale appoggiare il culo che verrà massacrato da milioni di KM su una infinita serie di curve, e di strada, il giro dei 4 passi del Sella.
Quel che ci mancava era il Culo sulla SELLA, intesa come STRADA e non parte della moto! Bene. Abbiamo risolto questo cazzo di mancanza tragica:







...
...

Enjoy the rest of the pretty senseless pictures of this WELL WASTED DAY
(click to enlarge):
Gotedevi il resto delle foto senza senso di questo GIORNO BEN SPRECATO
(cliccateci sopra per ingrandirle):


PASSO ROLLE
PASSO SELLA
PASSO GARDENA (first time/andata)
PASSO GARDENA (second time/ritorno)
PASSO SELLA (second time/ritorno)
PASSO FEDAIA
PASSO FALZAREGO
PASSO GIAU

Tuesday, September 6, 2016

Still meeting and still pissing.

Every now and then me and the other well wasted life sharing a well wasted riding life along with me, well wasting a lot of fuel, decide to meet somewhere in between our locations (north and south of the Alps), up there, at the peak of a pass, just to say hi, take a piss, maybe a snack and ride back to the respective homes.


To make a long story short, it's been ages we spend a whole riding day alone, crunching hundred of back twisty roads kilometers, just to meet somewhere, spend less than one hour together (pissing privacy included) and then say bye and split again.

Agreeing that this might sound pointless, but -to us- it still is a great idea with a superb excuse (the piss? you might read HERE for the supreme version of it!) to have a great ride and see a mate.

I am not yet sure, despite all those years spent doing this shit, if the meeting is the excuse to ride or if the ride is the excuse for a meet. Never mind. Sure it is that after few hundreds of kilometers at high pace, the vibration of the engine CERTAINLY causes a desperate need for piss.

And pissing up there, well over 2000mt height, is a superb experience... as once a great friend of mine (Jari) said in the process: "I had never pissed with such a beautiful view" (Manghen Pass, 2003). We did it a lot of times, but we aren't tired yet, and after each of these events (often also while they're still on) we talk about the next one. The next meet. The next piss.



The latest one saw me clocking 605km on the following passes (all in a superb dry weather day!):




Enjoy some of the views I enjoyed with my eyes, live.
Ogni tanto io e quell'altra vita (ben) sprecata che condivide con me una vita (ben) sprecata in moto, (ben) sprecando un sacco di benzina, decidiamo di incontrarci in qualche location ubicata tra i nostri punti di origine (nord e sud delle Alpi), lassù, in cima ad un passo, solo per salutarci, fare una pisciata, magari qualcosa di veloce sotto i denti, per poi tornare alle rispettive case.

Per farla corta, sono anni che passiamo giornate intere in moto, da soli, macinando centinaia di chilometri su strade secondarie e piene di curve, solo per vederci da qualche parte, passare meno di un'ora assieme (tempo che comprende la solitudine della privacy della pisciata), per poi passare ai saluti e dividerci di nuovo.

Posso essere d'accordo che la cosa sembri senza molto senso, ma -per noi- è ancora una superba scusa (ovvero la pisciata? qui potete leggere la massima espressione di questo concetto!) per farsi un gran giro in moto e vedere un amico.

Non so ancora, nonostante tutti questi anni passati a fare questa cosa, se l'incontro è la scusa per un giro in moto o se il giro in moto è la scusa per l'incontro. Non importa. La cosa certa è che dopo qualche centinaio di chilomteri a ritmo sostenuto, le vibrazioni del motore CERTAMENTE provocano quell'incontenibile bisogno.

E farla lassù, ben oltre i 2000mt, è un'esperienza fantastica come disse un caro amico (Jari) tanto tempo fa: "Non ho mai fatto una pisciata con una vista così fantastica!" (Passo Manghen, 2003). L'abbiamo fatto un sacco di volte, ma non siamo ancora stanchi e dopo ciascuno di questi eventi (spesso anche durante) parliamo del prossimo. Il prossimo incontro. La prossima pisciata.

L'ultima mi ha visto accumulare 605km, sui seguenti passi (il tutto in una giornata secca e meravigliosa!):
  • PENNES
  • GIOVO
  • Rombo (andata e ritorno)
  • Giovo (direzione opposta)
  • Pennes (direzione opposta)

Godetevi alcune delle viste che mi sono passate davanti agli occhi, dal vivo.


Pennes
Pennes
Pennes
Pennes

Giovo
Giovo

Rombo/Timmelsjoch
Rombo/Timmelsjoch
Rombo/Timmelsjoch
Rombo/Timmelsjoch
Rombo/Timmelsjoch
Rombo/Timmelsjoch
Rombo/Timmelsjoch
Rombo/Timmelsjoch
Rombo/Timmelsjoch
Rombo/Timmelsjoch. Not motorcycles only... Non solo moto! :-)

Pennes (way back / ritorno)
Pennes (way back / ritorno)
Pennes (way back / ritorno)
Pennes (way back / ritorno)
Pennes (way back / ritorno)
Pennes (way back / ritorno)
Pennes (way back / ritorno)